fbpx

La cremazione del tuo animale

Il dolore per la scomparsa del nostro amico a quattro zampe è un dolore ancora più subdolo e difficile da gestire in quanto non si possono fare paragoni col dolore per un lutto “convenzionale”, causato dalla perdita di una persona amata, di un parente, di un amico o di un conoscente nella sfera umana… no, questo tuo dolore deve essere tutto interiore, mitigato, dissimulato per non essere ripreso da chi ti circonda che, sì, lo comprende ma nella giusta misura, una sorta di politically correct da rispettare per essere socialmente normale…

A chi ci deride per il nostro dolore occorre insegnare la cultura e il rispetto per esseri senzienti, unici, inimitabili come noi. Di amici che ci hanno accompagnato per un tratto di questa misteriosa esistenza, in questa avventura incredibile che, senza di loro, avrebbe avuto ancor meno significato. E che hanno quindi ogni diritto di essere pianti, ricordati e amati sino a quando chiuderemo gli occhi anche noi per ritrovarli, speriamo, in una corsa sfrenata e gioiosa senza fine.

La cremazione del nostro animale domestico. Il pensiero e la scelta di cremare il nostro animale domestico non è mai molto piacevole, ma oltre a essere obbligatorio per legge, fa parte di quel rituale necessario sia per superare il lutto sia per dare al nostro amico dignità e il diritto di essere pianto.

Cremazione cane e gatto: fasi e modalità. Dopo essere stato ritirato dall’abitazione o dal veterinario, il quattro zampe viene condotto al centro crematorio. All’arrivo, le spoglie vengono trasferite presso le celle frigorifere in attesa della cremazione; successivamente queste, davanti al proprietario, vengono poste all’interno di un forno crematorio progettato specificatamente per i pet. Il forno viene poi acceso fino a raggiungere una temperatura di 1.000°. La durata della cremazione può variare da un’ora a un massimo di tre in base alla taglia dell’animale. A cremazione conclusa inizia il procedimento di raffreddamento delle ceneri. Terminata questa fase, le ceneri vengono raccolte e riposte in un’urna che viene richiusa con un sigillo di cera lacca. Infine il proprietario può portare a casa i resti del suo fidato amico.

Cremazione coniglio, pony, uccello, tartarughe. Coniglio, pony, uccello (non pollame), furetto sono considerati animali d’affezione e possono essere cremati, ma anche i pesci tropicali e decorativi, gli anfibi e i rettili. La procedura è la stessa prevista per la cremazione di cani e gatti, gli animali d’affezione più comuni.

Cremazione cani e gatti: fasi e modalità

Il processo di cremazione degli animali d'affezione non è molto differente da quello previsto per l'uomo, ma ha dei tempi leggermente inferiori. Il cane o il gatto defunto viene messo all'interno dell'apposito inceneritore, dopodiché questo viene avviato fino a raggiungere una temperatura di 1.000°.

La durata della cremazione, alla quale possono assistere anche i custodi dei quattro zampe nel caso in cui si tratti di una cremazione singola, può variare da un'ora a un massimo di tre in base alla taglia dell'animale. A cremazione conclusa inizia il procedimento di raffreddamento delle ceneri che può raggiungere le sei ore. Terminata questa fase, le ceneri vengono raccolte e riposte in un'urna che viene richiusa con un sigillo di ceralacca.

Infine il proprietario può portare a casa le ceneri del suo fidato amico.

Certificazione Regionale Distretto Veterinario SUD

Registrazione ai sensi del regolamento (CE) n. 109/2009 della ditta Fratelli Ferrario Srl con codice autorizzazione ABP3005TRANS1